Quelli dell'Honda DEAuville
Iscrivi al forum,qualsiasi moto tu abbia,fai parte attiva anche tu'non restare in panchina,è semplice,veloce e gratuito.
Buona permanenza.

Mototuristipercaso
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» MBk nitro 50
Gio 11 Mag - 8:07:41 Da Enzino

» a volte ritornano
Gio 11 Mag - 8:06:37 Da Enzino

» NUOVO ISCRITTO
Gio 11 Mag - 8:02:49 Da Enzino

» Auguri
Mar 29 Mar - 18:39:22 Da Tuchi

» mi presento
Sab 12 Mar - 17:19:21 Da Tuchi

» Nuovo iscritto
Sab 12 Mar - 17:14:19 Da Tuchi

» Sonda lambda?
Ven 22 Mag - 14:27:03 Da twin

» Ho un problema
Sab 25 Apr - 8:21:23 Da renato manenti

» MANUALE OFFICINA DEAUVILLE 09
Sab 21 Mar - 22:02:16 Da Rossano Pratelli

» ciao!
Ven 6 Mar - 12:41:39 Da Freeman

» anche io tra voi.....
Gio 29 Gen - 10:31:06 Da Giuseppe Marzano

Galleria



Pericolo Della Corrente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Capitan Kurzillo il Ven 23 Mar - 22:26:55

PERICOLOSITA' DELLA CORRENTE ELETTRICA
Normalmente, in presenza di un incidente di natura elettrica, si è abituati a far riferimento alla TENSIONE quale causa dei danni (infatti si leggono o si ascoltano frasi del tipo: "... è rimasto folgorato da un a scarica a 20.000 volt"). In realtà, anche se è dalla tensione che parte il processo, quella che produce direttamente i danni è la CORRENTE.
Quando una corrente elettrica attraversa il corpo umano, i danni conseguenti dipendono dal suo valore e dalla durata del fenomeno:

A) - La tetanizzazione si ha quando i muscoli rimangono contratti fino a quando il passaggio di corrente elettrica non cessa: il soggetto può sembrare attaccato alla parte in tensione, in quanto incapace di eseguire movimenti.
Paradossalmente può accadere che valori più elevati di tensione provochino una violenta reazione del muscolo, tale da allontanare la persona dalla parte in tensione.
B) - Per correnti più alte può intervenire l'arresto della respirazione.
C) - Il cuore funziona grazie a stimoli elettrici, pertanto una corrente elettrica esterna può alterare il suo funzionamento fino alla fibrillazione ventricolare.
D) - La corrente elettrica, per EFFETTO JOLE riscalda le parti attraversate. Si possono, quindi, avere ustioni.

In figura sono rappresentate, in base al valore della corrente (espresso in mA - milliampere) e alla durata del fenomeno (in secondi), quattro zone di pericolosità, per una FREGUENZA compresa tra i 15 e i 100 Hz:

- zona 1 - al di sotto di 0,5 mA la corrente elettrica non viene percepita (si tenga presente che una piccola lampada da 15 watt assorbe circa 70 mA);
- zona 2 - la corrente elettrica viene percepita senza effetti dannosi;
- zona 3 - si possono avere tetanizzazione e disturbi reversibili al cuore, aumento della pressione sanguigna, difficoltà di respirazione;
- zona 4 - si può arrivare alla fibrillazione ventricolare e alle ustioni.
Da un punto di vista circuitale il corpo umano può essere rappresentato tramite quattro RESISTENZE (quadripolo equivalente ad una persona):


Per gli effetti sul cuore bisogna tener conto anche del percorso della corrente. Ad esempio, tra i più pericolosi, abbiamo i percorsi mano sinistra-torace, mano destra-torace, mani-piedi.


SOCCORSI D'URGENZA

Il valore della corrente elettrica dipende anche dalla resistenza che il corpo umano oppone. Questa diminuisce con pelle umida o in presenza di ferite, aumentando la pressione del contatto e aumentando la superficie di contatto. La resistenza aumenta, invece, in presenza di zone callose.

Si possono ritenere come livelli di sicurezza i 25 volt in corrente ALTERNATA e i 60 volt in corrente continua.

Correnti ad alta frequenza (f>>50 Hz) sono meno pericolose di quelle a 50 Hz.

SOCCORSI D'URGENZA
L'esposizione a scariche elettriche può provocare arresto cardiaco immediato (per fibrillazione ventricolare o altre aritmie ventricolari gravi) o apnea (per inibizione de centri respiratori, contrazione tetanica dei muscoli respiratori o paralisi muscolare prolungata).
AZIONE IMMEDIATA
E' indispensabile quando la folgorazione compromette l'attività della respirazione e del cuore. Se il colpito non viene soccorso entro 3 o 4 minuti, può subire conseguenze irreparabili. Accertare innanzitutto che l'infortunato sia fuori dal contatto con le parti in tensione e dare quindi immediatamente inizio alla respirazione artificiale.
NON RITARDARE IL SOCCORSO NEPPURE PER CHIAMARE IL MEDICO, salvo che i soccorritori siano almeno due o che l'unico soccorritore possa richiamare l'attenzione senza abbandonare l'infortunato.

NON TOCCARE
Non toccare il colpito se non si è ben sicuri che il medesimo non è più in contatto o immediatamente vicino alle parti in tensione. In caso contrario togliere tensione. Qualora il circuito non possa essere prontamente interrotto, isolare adeguatamente la propria persona con guanti isolanti, panni asciutti, collocandosi su tavole di legno secco, ecc. e muovere l'infortunato afferrandolo preferibilmente per i vestiti se asciutti. In alternativa allontanare dall'infortunato - con un solo movimento rapido e deciso - la parte in tensione, usando fioretti, pezzi di legno secco o altri oggetti in materiale isolante. Non toccare con la propria persona altri oggetti specialmente se metallici.

RESPIRAZIONE ARTIFICIALE
CON MASCHERINA ORONASALE
1 - Adagiare il colpito sulla schiena e collocarsi dal lato della sua testa.
2 - Munirsi dell'apposita maschera oronasale e posizionare correttamente il gruppo valvola nel collo della maschera.
3 - Piegare alquanto all'indietro il capo dell'infortunato (per aprire il passaggio dell'aria) ponendogli una mano sotto la nuca mentre con l'altra si fa leva sulla fronte.
4 - Applicare la maschera coprendo il naso e la bocca dell'infortunato avendo cura che lo stesso mantenga la posizione.
5 - Dare due lente e profonde insufflazioni ed osservare il sollevamento del torace dell'infortunato. Quando il torace ritorna in posizione naturale, praticare un ciclo regolare di 12-15 insufflazioni per minuto.
IMPORTANTE: se l'infortunato vomita togliere la maschera, girare da un lato la testa e ripulire la bocca. Prima di riutilizzare la maschera soffiare per ripulirla.
IN CASO DI INDISPONIBILITA' DELLA MASCHERA ORONASALE POTRA' ESSERE UTILIZZATA LA TECNICA BOCCA-BOCCA O BOCCA-NASO EVENTUALMENTE CON L'INTERPOSIZIONE DI UN FAZZOLETTO O DI UNA GARZA.

MASSAGGIO CARDIACO
Se oltre l'arresto della circolazione si constata l'assenza dei battiti del cuore (per ricercare questo segno comprimere con due dita il collo dell'infortunato ai lati del pomo di Adamo) occorre effettuare il massaggio esterno del cuore mediante compressioni ritmiche sul torace. Per far ciò:
1 - Applicare le due mani sovrapposte con il palmo rivolto in basso in corrispondenza della parte inferiore dello sterno.
2 - Esercitare pressioni ritmiche energiche verticali usufruendo del peso del corpo e staccando ogni volta le mani dal torace per permettergli di espandersi per elasticità.
3 - Continuare con ritmo di 50-60 pressioni al minuto.
Il massaggio cardiaco deve essere sempre preceduto dalla respirazione artificiale con insufflazione orale. Pertanto mentre il primo soccorritore pratica la respirazione con maschera oronasale, un secondo effettuerà contemporaneamente il massaggio cardiaco.
Nel caso in cui il soccorritore sia solo, dovrà comportarsi così:
Iniziare con 5 massaggi del cuore - effettuare una insufflazione orale - riprendere con altri 5 massaggi - effettuare una insufflazione e così via.
Sospendere le operazioni di rianimazione soltanto quando l'infortunato avrà ripreso a respirare da solo e le pupille ritorneranno a restringersi: controllare, però, ancora per qualche tempo se la respirazione spontanea si mantiene. In caso contrario continuare anche durante il trasporto in ospedale e finchè subentri personale sanitario specializzato.
Dopo la ripresa il colpito non deve essere rimosso finchè non possa respirare normalmente senza assistenza. Egli deve essere esaminato da un medico prima che gli sia permesso di camminare. Non gli deve essere dato nessun stimolante, se non prescritto dal medico. Ricordare ancora: LA TEMPESTIVITA' E' ESSENZIALE.

IN PRESENZA DI USTIONI
1 - Iniziare subito la respirazione artificiale ed eventualmente il massaggio cardiaco se l'infortunato non respira e non presenta attività cardiaca.
2 - Non rimuovere i vestiti bruciati e non rompere le vesciche.
3 - Non applicare lozioni o pomate.
4 - Ricoprire la parte ustionata con garza sterile, asciutta. Trattare in tal modo (ricercando se vi sono) anche le ustioni nel punto di uscita della corrente.
5 - Se l'infortunato non ha perso conoscenza ed è in grado di inghiottire, gli si possono dare per bocca 300 grammi di acqua (una scodella) nella quale siano stati disciolti il bicarbonato ed il sale da cucina contenuti nelle bustine in dotazione. Se l'infortunato vomita, cessare la somministrazione del liquido.
6 - Trasferire senza indugio l'infortunato all'ospedale.


Capitan Kurzillo
ASSISTENTE AMMINISTRATORE
ASSISTENTE AMMINISTRATORE

Messaggi : 2843
Data d'iscrizione : 18.10.09
Età : 61
Località : casale monferrato

Caratteristiche delle moto dei Membri
Moto:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Enzino il Ven 23 Mar - 22:59:53

Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

_________________
I compagni di viaggio restano sempre nei nostri ricordi e sono sempre lì, nello specchietto retrovisore della vita....
















avatar
Enzino
AMMINISTRATORE DEL FORUM
AMMINISTRATORE DEL FORUM

Messaggi : 6666
Data d'iscrizione : 18.10.09
Età : 55
Località : prov.Padova

Caratteristiche delle moto dei Membri
Moto: BMW R 1200 RT My 09...La Nerina

http://www.mototuristipercaso.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Pakka il Sab 24 Mar - 14:00:31

Se , un po' alla volta me lo leggo tutto, poi mi dai anche l'attestato ? Question
P.s. se non ci capisco una mazza, poi me lo faccio spiegare dal megapresinte
avatar
Pakka
MOTOTURISTA ESPERTO
MOTOTURISTA ESPERTO

Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 01.06.11
Età : 57
Località : Alta Padovana

Caratteristiche delle moto dei Membri
Moto: Honda Deauville 650

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Ospite il Sab 24 Mar - 19:09:28

Ma cos'è? Un corso di informazione ex 626 per elettricisti? Laughing

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Enzino il Sab 24 Mar - 20:59:07

No'..è l'effetto bagna cauda accompagnata dal dolcetto...

_________________
I compagni di viaggio restano sempre nei nostri ricordi e sono sempre lì, nello specchietto retrovisore della vita....
















avatar
Enzino
AMMINISTRATORE DEL FORUM
AMMINISTRATORE DEL FORUM

Messaggi : 6666
Data d'iscrizione : 18.10.09
Età : 55
Località : prov.Padova

Caratteristiche delle moto dei Membri
Moto: BMW R 1200 RT My 09...La Nerina

http://www.mototuristipercaso.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da MGvalerio il Sab 24 Mar - 21:22:12

Quindi per sicurezza meglio girare per casa con un filo di rame legato al Pisello che il filo tocchi terra..casomai chi è super dotato ..fuori dalle mutande..


Mgvalerio.
avatar
MGvalerio
MOTOTURISTA
MOTOTURISTA

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.01.11
Età : 65
Località : Cascina (PISA)

Caratteristiche delle moto dei Membri
Moto: Kavasaki 1400 GTR abs Super Bike

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericolo Della Corrente

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum